Messaggio del Segretario prima delle elezioni COA 2017

Dignità Forense

organigramma - sindacato avvocati calabria

Carissime Colleghe e Carissimi Colleghi,

la campagna elettorale per l’elezione del Consiglio dell’Ordine sta giungendo al termine e, nonostante gli sforzi profusi, non siamo riusciti a contattare tutti personalmente, come avremmo voluto, al duplice scopo di offrire il punto di vista del nostro gruppo e di porre in rilievo la necessità che il voto esprima una chiara indicazione politica.

E’ stata una campagna elettorale “soporifera”, svolta – nonostante il nostro impegno in tal senso – senza entrare nel merito delle questioni e protesa, come le precedenti, alla ricerca di consensi personali e, secondo la nostra opinione, addirittura dannosi per il futuro, vista la necessità, invece, di creare le condizioni per procedere uniti verso la creazione di una rappresentanza istituzionale autorevole e capace.

Di fatto, la propaganda elettorale ci restituisce l’immagine di un’avvocatura frammentata ed autoreferenziale, costituita da una pluralità di individui che svolge la stessa professione, ma strutturalmente incapace di trovare in sé la forza di rivendicare diritti e tutelare interessi e, come tale, vittima predestinata di politiche scellerate o, nella migliore delle ipotesi, miopi.

E’ evidente, infatti, che l’attuale situazione di crisi non è dovuta alla sola congiuntura economica ed ai conseguenti mutamenti sociali, ma alla mancanza di una rappresentanza autorevole ed organizzata.

Nella nostra visione, il Consiglio dell’Ordine non può essere un organo avente funzioni meramente certificatorie, ma deve essere l’espressione “organizzata” delle istanze degli iscritti nell’ambito di un mandato finalizzato unicamente al conseguimento del “bene” di questi ultimi.

Per queste ragioni, il modello attuale, in quanto ancorato ad una visione superata della realtà, non interpreta i bisogni odierni: esso si è rivelato, infatti, incapace di trovare soluzioni, restando sordo e muto rispetto alla “disfatta” professionale di tantissimi Colleghi, che – ben lungi dall’essere dei semplici “sfigati”, incapaci di riuscire, per demeriti propri, nella vita e nella professione – sono solo lavoratori i quali, per evidente interesse di pochi, hanno dovuto subire il cambiamento delle regole del gioco durante lo svolgimento della partita.

La ratio sottesa agli scoordinati interventi legislativi degli ultimi anni è chiara ed è sintetizzata nell’equazione errata, secondo la quale il numero elevato di procedimenti pendenti dipenderebbe, esclusivamente, dall’elevato numero di avvocati, sui quali è dunque stata fatta ricadere la responsabilità dell’inefficienza della politica e della macchina amministrativa.

I desideri, le speranze, i sogni degli avvocati devono avere la possibilità di essere assecondati e realizzati, se meritevoli di tutela e rispondenti ai valori costituzionali, ma dopo un percorso politico che dura ormai da alcuni anni, abbiamo dovuto prendere atto, nostro malgrado, che così non è più.

Occorre, dunque, invertire immediatamente la rotta, sostituendo all’omissione l’azione, al silenzio la rivendicazione espressa delle proprie ragioni.

Ecco perché Vi invito a consegnare, attraverso il Vostro voto, alla nostra lista un’ampia maggioranza che possa, dal giorno successivo alla proclamazione, dare risposte ai bisogni, innumerevoli ed immediati, degli iscritti.

Concedeteci la Vostra fiducia, esprimendo una chiara indicazione politica, che costituisca nel contempo un atto di fiducia per noi e un segnale inequivocabile di cambiamento e di discontinuità rispetto al passato.

Grazie dell’attenzione.

Un abbraccio

Lista Dignità Forense sostenuta dal Sindacato Avvocati Calabria

Carlo Paduano

Lista Dignità Forense

Lista Dignità Forense

I volti dei nostri candidati
Il programma politico dei candidati uniti sotto il motto di Dignità Forense

About Michele Iapicca
Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Si occupa prevalentemente di diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese. Autore del blog sul PCT www.iapicca.com

No Comments, Be The First!

UA-89988627-1